Volume 6 - SENTIERO ITALIA CAI - Emilia Romagna * Toscana * Liguria


Titolo pubblicazione:  Volume 6 - SENTIERO ITALIA CAI - Emilia Romagna * Toscana * Liguria

in collaborazione con: Club Alpino Italiano 

Anno: Aprile 2021

Editore: Idea Montagna

      

A un primo sguardo questa pubblicazione potrebbe sembrare una delle tante prodotte per solleticare la fantasia degli escursionisti e condurli nella scelta degli itinerari più conosciuti nell’area dell’Appennino Settentrionale. Si potrebbe supporre di averne già percorso la maggior parte e di non aver bisogno di sfogliare anche quest’opera.

Tuttavia, sfogliando le pagine del volume, si scopre la descrizione di un itinerario storico difficilmente conosciuto, una via che non solo attraversa l’Appennino, ma si pone come obiettivo il concatenamento di tutte le Terre alte della nostra Nazione: il Sentiero Italia CAI.

Dai boschi del Casentino, del Mugello e della Romagna ai panoramici crinali dell’Appennino Tosco-Emiliano fino alle dorsali dell’Appennino Ligure, il Volume 6 delle Guide SICAI presenta l’escursionismo e il territorio in un’ottica nuova riportando non solo le descrizioni tecniche delle 49 tappe del SICAI, ma anche approfondimenti storici, culturali, artistici e naturalistici che accompagneranno il camminatore per 633 chilometri attraversando due Parchi Nazionali, tre Parchi Regionali, tre Parchi Naturali e cinque Riserve Naturali.

Un invito alla percorrenza colto dall’autore Andrea Greci che ha personalmente testato sul campo l’itinerario con difficoltà quasi sempre escursionistiche (E) e con dislivelli raramente superiori ai 1000 m, conscio non solo del valore di tale proposta, ma anche dell’impegno celato dietro a essa.

A partire dal 2017 il Club Alpino Italiano ha infatti creduto fermamente nello sviluppo del turismo lento al fine di promuovere lo sviluppo delle economie locali e il potenziamento della rete escursionistica nelle aree non alpine.

Pertanto questo volume non risulterà essere solo il frutto del lavoro dell’autore e dell’editore, ma l’unione dell’impegno che le Sezioni e gli oltre 6.000 volontari investono ogni giorno per la manutenzione dell’itinerario stesso, spinti dall’amore per il proprio territorio, garantendo così un’esperienza di turismo nuova e la consapevolezza di essere parte di un progetto comunitario che vada a unire le Terre alte italiane e i propri escursionisti.

ECP202103